DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

domenica 21 marzo 2010

Fullereni e nanotubi

I nanotubi si possono dividere in due grandi famiglie, quelli a parete singola denominati single-walled nanotubes, o SWNT, e quelli a parete multipla detti multi-walled nanotubes, o MWNT.
I primi per conformazione e struttura appartengono alla famiglia dei fullereni, mentre i MWNT sono più vicini alla famiglia dei nanofilamenti ovvero a delle strutture fibrose il cui diametro è compreso tra qualche decina e qualche centinaio di nanometri, rappresentandone un caso particolare.
Il nanotubo a singola parete oltre ad essere un materiale molto resistente alla trazione, possiede anche delle interessanti proprietà elettriche, infatti, a seconda del suo diametro o della sua chiralità (cioè il modo con cui i legami carbonio-carbonio si susseguono lungo la circonferenza del tubo) può essere o un conduttore di corrente, come un metallo, o un semiconduttore, come il silicio.
I fullereni sono delle "gabbie" approssimativamente sferiche formate da un sistema ordinato di strutture esagonali e pentagonali di atomi di carbonio. La quantità di poligoni presenti e la loro relativa proporzione determinano la forma e le dimensioni del fullerene.
Nel video che segue si possono osservare in modo nitido le strutture sia di diversi nanotubi che del fullerene, per avere un’idea più chiara della loro forma.



Fonte video: You tube

2 commenti:

  1. Bello questo blog di divulgazione scientifica; complimenti!

    RispondiElimina
  2. Grazie Sebastiano, il blog cerca, nei limiti del possibile, di rendere semplici concetti che per loro natura non sempre lo sono.

    RispondiElimina