DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

venerdì 8 ottobre 2010

Le nanotecnologie in 10 punti



Fonte immagine: http://deviceguru.com/files/svtc_nanotechnology_diagram.jpg


Le nanotecnologie operano in un ambito d'investigazione multidisciplinare, coinvolgendo diversi indirizzi disciplinari, tra cui: biologia molecolare, chimica, scienza dei materiali, fisica , ingegneria meccanica, ingegneria chimica ed elettronica.
Gli approcci principalmente perseguiti in questo settore sono due:
approccio bottom-up: i materiali e i dispositivi sono realizzati partendo da componenti molecolari che si auto-assemblano tramite legami chimici, sfruttando principi di riconoscimento molecolare (chimica supramolecolare);
approccio top-down: i dispositivi sono fabbricati da materiali macroscopici attraverso un attento controllo dei processi di miniaturizzazione a livello atomico.


Un tentativo di esprimere una sintesi, per definire le nanotecnologie attraverso dieci punti di facile comprensione, in altre parole per definire una sorta di decalogo nanotech adattabile alla didattica scientifica delle scuole medie, è proposto di seguito:


1. Il prefisso nano deriva dal greco "nanos", che significa gnomo.
2. La nanotecnologia studia e produce materiali e dispositivi in scala di atomi e molecole.
3. Le strutture atomiche possono essere misurate in nanometri, grandi un miliardesimo di metro.
4. Possono essere contenuti in un nanometro , in funzione delle loro dimensioni, da 3 a 6 atomi.
5. Il diametro di un capello umano è di circa 80 000 nanometri.
6. L'occhio nudo non può vedere gli oggetti su scala nanometrica.
7. Le proteine, componenti fondamentali degli organismi viventi, misurano di solito diversi nanometri.
8. I virus, i più piccoli organismi viventi, possono raggiungere dimensioni fino a 100 nanometri.
9. Un foglio di carta notebook standard ha uno spessore di circa 100. 000 nanometri, che è 0. 009906 cm.
10. La prima legge di Moore dice che le prestazioni dei processori, e il numero di transistor che li compongono, raddoppiano ogni 18 mesi.

Nessun commento:

Posta un commento