DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

domenica 31 ottobre 2010

I numeri di "Classifica scienza di Wikio"



Fonte immagine: http://stliq.com/b/7/8/5/3587/9177988/ls/blog-scientifici-la-classifica-wikio-di-maggio-1.jpg


La pagina sociale di Facebook " Classifica scienza di Wikio " ha raggiunto i 128 iscritti con un incremento giornaliero di iscrizioni pari alle quattro unità.
Il comune denominatore degli iscritti è la loro elevata competenza nelle scienze e nella comunicazione scientifica, rendendo molto affidabile la validità dei contenuti espressi nella pagina FB descritta.
Da evidenziare l'attenzione al progetto di Wikio Italia, che auspica l'apertura di nuove pagine FB relative alle altre categorie delle sue classifiche.

Si riporta il link alla pagina "Classifica scienza di Wikio":

http://www.facebook.com/pages/Classifica-scienza-di-Wikio/165918643420174

sabato 30 ottobre 2010

Carnevale della fisica 12

Oggi 30 ottobre 2010 è stato pubblicato il Carnevale della fisica 12 sul Blog Scientificando dell'amica Annarita Ruberto.
Un'interessante rassegna di articoli di divulgazione scientifica proposti da ben 38 blogger.

http://scientificando.splinder.com/post/23527005/carnevale-della-fisica-12-la-didattica

A questo importante evento partecipa anche "Dieci alla meno nove" con il seguente articolo già pubblicato sulla rivista on-line Education2.0 diretta dal Prof. Luigi Berlinguer:

http://www.educationduepuntozero.it/community/nanotecnologie-quarta-rivoluzione-industriale-3075534885.shtml

Si ritiene utile concludere questo post con il seguente video:



Fonte video: You tube ( education2punto0 )

venerdì 29 ottobre 2010

NanoMat 2010: Venezia si ripropone come capitale del nanotech



Fonte immagine: http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs167.ash2/41596_156315337647_8813_n.jpg


Venerdì 12 novembre 2010 alle ore 9.00, presso il Parco Scientifico Tecnologico Vega, Porta dell’Innovazione (Sala1), in Via della Libertà 12 a Venezia - Marghera, si svolgeraà la giornata di studio NanoMat2010.

La giornata sarà dedicata alla diffusione dei risultati sulle applicazioni industriali delle nanotecnologie, ottenuti all’interno dei progetti di ricerca finanziati dalla Regione del Veneto.

In occasione dell’evento verranno presentate le concrete possibilità di sviluppo nel campo dei materiali innovativi in diversi settori quali meccanica, maccatronica, tessile, concia, edilizia, aerospaziale, sport system, occhialeria, energia, automotive e nautica.
Acora una volta, dopo il successo del NanotechItaly 2010, la città di Venezia si ripropone come la capitale del Nanotech.

La scienza di Wikio per novembre



Fonte immagine: http://stliq.com/b/7/8/5/3587/9177988/ls/blog-scientifici-la-classifica-wikio-di-maggio-1.jpg


La Classifica scienza di Wikio per il mese di novembre sarà caratterizzata prevalentemente dalla stabilità delle posizioni acquisite dalla maggior parte dei blog partecipanti.
E' probabile qualche sorpresa di new entry nella top 20.
Saranno 5 blog quelli che entreranno per la prima volta nella classifica, che si mantiene costantemente al di sopra delle 90 iscrizioni.
Nei primi giorni di novembre sarà proposta l'anteprima della top 20 scienza nel blog VEDERE PER CREDERE e nella pagina sociale di Facebook " Classifica scienza di Wikio " di cui riportiamo il link:

http://www.facebook.com/pages/Classifica-scienza-di-Wikio/165918643420174

giovedì 28 ottobre 2010

Master Nano Micro di Trento



Fonte immagine: http://static.digns.com/uploads/orientamento/images/edu_logo/edu_logo_nanomicro.gif


Gli studenti del Master FSE, promosso congiuntamente da Università e Fondazione Bruno Kessler intitolato Master Nano Micro svolgeranno uno stage aziendale presso le seguenti società:
Cantine Mezzocorona, Cavit, CET Servizi, Dormer Tools, Eurocoating, Far Systems, Mahle, Marangoni Meccanica S.p.A – Meccanica Costruzioni, Molecular Stamping, Optoelettronica Italia s.r.l, Z2M, oltre alla svizzera ISC-Konstanz e alla System Photonics di Fiorano Modenese.
Dal bando di selezione del master possimo leggere " Occuparsi di nanotecnologie e di “dispositivi intelligenti” significa oggi impegnarsi a gettare uno sguardo al futuro.
Le micro-tecnologie, nate dalla consolidata industria microelettronica,
permettono di innovare intere tipologie di prodotti e processi industriali
convenzionali, integrando in uno stesso dispositivo miniaturizzato molteplici funzionalità
" .

mercoledì 27 ottobre 2010

Comincia l'organizzazione del Nanoforum 2011

La prossima edizione del Nanoforum, giunto al settimo incontro annuale, si svolgerà a Torino dal 14 al 15 serrembre del 2011.
Nanoforum 2011 si conferma come uno dei più importanti eventi d’eccellenza dedicato alle micro e nanotecnologie, che si svolgono sul nostro territorio nazionale.

L'evento mostrerà gli aspetti più promettenti dell’innovazione a scala molecolare, con l'obiettivo finale di favorire il trasferimento tecnologico dal mondo della ricerca a quello imprenditoriale.

Due giorni di conferenza e un’area espositiva renderanno il prossimo Nanoforum un'importante occasione di incontro e visibilità per le aziende e i centri di ricerca italiani e stranieri.

Per dare un idea precisa ai nostri lettori sulle grandi potenzialità di visibilità per le aziende nel partecipare all'evento descritto, si riporta di seguito un video molto esplicativo relativo al Nanoforum 2010:



Fonte video: You tube ( NewsfoodTV )

martedì 26 ottobre 2010

lunedì 25 ottobre 2010

Il nanotech compie 50 anni

Sono passati cinquant'anni dalla prima pubblicazione del famoso discorso di Richard Feynmann “There's plenty of room at the bottom” (“C'è un sacco di spazio in fondo”) in cui il grande fisico statunitense gettava le fondamenta concettuali delle nanotecnologie.
Possiamo dire: Cinquanta anni e non li dimostra, buon compleanno nanotech !

domenica 24 ottobre 2010

"Vedere per credere" supera "Dieci alla meno nove"




Per la prima volta dalla nascita dei due blog, "Vedere per credere" supera "Dieci alla meno nove" per quanto riguarda il Wikio score.
Il primo si attesta intorno ad un punteggio di 4.66, il secondo retrocede da 6.60 a 4.30, i perchè di questa inversione di tendenza sono da ritrovarsi nelle interazioni dei due blog con i social network, in particolare con Facebook.
Con molta probabilità tali punteggi potrebbero rivelarsi non sufficienti per l'inserimento nelle posizioni utili alla classifica top 20 scienza di Wikio per il mese di novembre.

sabato 23 ottobre 2010

Riviste e trasmissioni radiofoniche italiane sulla scienza

Asimmetrie - Rivista dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Almanacco della Scienza - Rivista del Consiglio Nazionale delle Ricerche
biomedit - Rivista biomedica
Caccia al fotone - Radiocittafujiko
Coelum.com - Astronomia
Corriere della Sera - Scienze
ENERGIA - Rivista bimestrale dell'ENEA
ENERGIA AMBIENTE E INNOVAZIONE - Rivista trimestrale
EXPLORA - Rai Educational. La TV delle Scienze
FOCUS.it
GALILEOnet.it - Giornale di scienza e problemi globali
LE SCIENZE on line
Le Scienze Web News
Le Stelle - Rivista di cultura astronomica
Matematica PRISTEM
MOEBIUS - rivista di scienza
NEWTON.RCS.it
Pigreco Party- Radio Città del Capo
Punto informatico (quotidiano d'informazione su Internet)
Radio3Scienza
Repubblica - Scienze
SAPERE.it - enciclopedia multimediale a canali tematici
TUTTO SCIENZE - La Stampa.it
ULISSE nella rete della scienza
URANIA - Notiziario di Astronomia
VILLAGGIOglobale - Trimestale di Ecologia

NanotechItaly 2010 pubblicato anche in Taiwan

Tra le curiosità, che caratterizzano l'importanza internazionale dell'evento NanotechItaly 2010, conclusosi ieri, si vuole evidenziare la riproposizione dello stesso in un sito di Taiwan, di cui si riporta l'indirizzo web:

http://ncp-nmp.ncku.edu.tw/news/news.php?Sn=35#

Come conferma a quanto detto, all'inizio di questo sito si nota la seguente scrittura:

台灣奈米科技

Che tradotta in italiano significa:

Nanotecnologia in Taiwan

venerdì 22 ottobre 2010

L'editoria scientifica di Formicablu



Fonte immagine: http://profile.ak.fbcdn.net/profile-ak-snc4/object2/1776/48/n75092045487_7813.jpg


Questo articolo, parlando del sito Formicablu, continua il lavoro di ricerca dell'impegno scientifico nel nostro Paese.
Formicablu riunisce una rete di professionisti che opera in settori distinti come il giornalismo, la grafica, la ricerca e la formazione. in altre parole è l'aggregazione di competenze che provengono da percorsi formativi molto diversi, destinati a mescolare idee, spunti, linguaggi, storie.

Questa rete collabora con varie case editrici fornendo contributi redazionali e multimediali nell'ambito della scolastica scientifica.

Oltre la redazione di testi scolastici riguardanti le scienze per le scuole medie e superiori, cura ed elabora prodotti multimediali che accompagnano i libri.

Infine produce testi e audio di animazioni e nuovi formati multimediali per portare la scienza in classe attraverso l'interattività.

giovedì 21 ottobre 2010

NanotechItaly 2010: oggi tocca al Networking Event





Oggi, Giovedì 21 ottobre, avrà luogo il Networking Event di NanotechItaly2010, ovvero l’opportunità per professionisti, imprenditori, ricercatori e innovatori del nanotech di incontrarsi in un ambiente informale, in cui svolgere attività di “open networking” attraverso meeting face to face.
In questo contesto si potrà discutere ed approfondire idee e progetti con interlocutori di elevato profilo professionale, favorendo la conoscenza e lo scambio di informazioni tra partecipanti.
Il Networking Event è aperto a tutti i partecipanti di NanotechItaly e avrà luogo dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle ore 17.00.
La redazione di Dieci alla meno nove augura buon lavoro a tutti i partecipanti.

mercoledì 20 ottobre 2010

Curiosità sul NanotechItaly 2010



Oggi apre i battenti uno dei più importanti eventi nanotech d'Europa , il NanotechItaly 2010, senza entrare nel merito degli intessantissimi contenuti scientifici di questo convegno internazionale, tra l'altro già espressi in precedenza, in questo articolo si vogliono evidenziare alcune curiosità relative al suo patrocinio, che confermano l'assoluto prestigio dell'evento.
Cominciamo con il dire che ben 5 ministeri hanno concesso il loro patrocinio insieme alla Presidenza del consiglio dei ministri:


  1. Ministero della difesa
  2. Ministero dello sviluppo economico
  3. Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare
  4. Ministero degli affari esteri
  5. Ministero della salute

Inoltre è da evidenziare il patrocinio della rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

Quanto detto è garanzia di qualità ed affidabilità nella comunicazione e nel percepito esterno degli sforzi tecnologici per l'innovazione scientifica del nostro Paese.

martedì 19 ottobre 2010

Domani è il giorno del tanto atteso NanotechItaly 2010




La conferenza internazionale sulle nanotecnologie “NanotechItaly2010: promoting responsible innovation” si svolgerà al Centro Convegni dell’Hotel NH Laguna Palace di Venezia-Mestre dal 20 al 22 ottobre 2010.



L’agenda dei 3 giorni è organizzata nelle seguenti sessioni:

Apertura (interventi istituzionali, introductory lectures)
Governance delle nanotecnologie
Nanomateriali
Nanotecnologie per lo sviluppo sostenibile
Nano-medicina
Nanotecnologie per tessili e abbigliamento

lunedì 18 ottobre 2010

Aumentano i consensi per "Classifica scienza di Wikio"

Aumentano le iscrizioni a "Classifica scienza di Wikio" superando l'importante soglia dei 100 iscritti
Tra gli iscritti si vuole segnalare l'associazione culturale Alephconzero, che in collaborazione con il dipartimento di Matematica dell´Università di Roma Tor Vergata e con l´Associazione Culturale Il Globetto, propone seminari divulgativi e percorsi formativi per le classi del triennio delle scuole superiori, inerenti i temi più importanti della ricerca matematica.
Interessante la proposta di questa associazione su progetti e laboratori interdisciplinari, svolti in collaborazione con la Metys S.r.l., una società di servizi costituita da un gruppo di giovani fisici dell´Università di Roma Tor Vergata, operante da anni nel settore della didattica e della divulgazione della fisica.
Concludendo si può dire che un'altra buona iniziativa culturale sulla scienza, sostiene il progetto su Facebook denominato "Classifica scienza di Wikio".

domenica 17 ottobre 2010

Aracne editrice un modo innovativo per pubblicare la scienza



Fonte immagine: http://www.politicamente.net/Politicamente.net/Immagini/LoghiCaseEditrici/logo_aracne.jpg



La Aracne editrice, che segue il progetto della pagina sociale di Facebook " Classifica scienza di Wikio ", dal 1993 pubblica prevalentemente opere scientifiche e di didattica universitaria, riguardanti tutti i settori delle scienze.
I suoi contratti non prevedono la cessione esclusiva dei diritti di pubblicazione, pertanto gli Autori possono liberamente pubblicare la stessa opera anche con altro editore.

Per adeguarsi alle nuove esigenze della didattica e della ricerca, questa casa editrice con sede a Roma in via Raffaele Garofalo, 133/A-B, ha attivato un reparto per la celere pubblicazione di microtirature di libri di ottima qualità e con un modesto prezzo di copertina.
L’utilizzo di moderne tecnologie per la stampa e l’allestimento gli permette di produrre anche una sola copia di un libro, così da aver eliminato definitivamente l’etichetta di “esaurito”. Inoltre questo procedimento ha l’indiscusso vantaggio di permettere all’Autore di emendare il libro di eventuali refusi o di aggiornarlo ogni volta che lo desideri.

sabato 16 ottobre 2010

Sofos Divulgazione Scienze

L'associazione Sofos nasce a Bologna nel 2006, proponendosi come obiettivo principale quello di sensibilizzare il pubblico verso i temi della scienza e dell'innovazione.
In funzione dei propri obiettivi, l’attività di divulgazione dell’associazione investe, da sempre, diversi settori della scienza, facendo uso di strategie di intervento diversificate come le conferenze rivolte alle scuole e alle associazioni culturali, gli spettacoli scientifici rivolti ad associazioni culturali e enti turistici, le visite guidate ai telescopi dell’Osservatorio Astronomico di Bologna a Loiano, la realizzazione di materiale divulgativo cartaceo e multimediale, ed infine il sostegno a studenti nell’attività di studio extrascolastico.
Ritenendo di fondamentale importanza una divulgazione della scienza fin dai primi anni dell’età scolare e l’orientamento delle nuove generazioni verso studi tecnico-scientifici, Sofos rivolge il suo target principale ai giovani studenti.
Da qualche giorno Sofos è iscritta alla pagina sociale di Facebook "Classifica scienza di Wikio".
Tra le sue molteplici iniziative è da segnalare quella denominata COME COMUNICARE LA SCIENZA E ORGANIZZARE EVENTI SCIENTIFICI
Questo corso è destinato a tutti i ricercatori che intendono approfondire le loro competenze nel campo della comunicazione della scienza. Il corso è altresì rivolto a tutti coloro che si occupano di giornalismo scientifico, di organizzazione di eventi e di gestione di iniziative culturali finalizzate alla divulgazione di conoscenze scientifiche.

venerdì 15 ottobre 2010

Le Scienze Web News: come fare una buona divulgazione scientifica

Le Scienze Web News è un magazine online indipendente di divulgazione scientifica, nato nell'agosto del 2000 con l'intento di favorire lo sviluppo e la diffusione di una seria cultura scientifica in Italia, agevolando la comunicazione della scienza tra pubblico, istituzioni, mondo della ricerca scientifica e industria e sostenendo eventi quali conferenze e festival attraverso collaborazioni come media partner.

Di seguito è proposto un video creato da Le Scienze Web News:



Fonte video: You tube ( LeScienzeWebNews )

La redazione di Dieci alla meno nove ne consiglia la lettura.

Ultimi dettagli per il NanotechItaly 2010




La sessione plenaria di apertura del Convegno Internazionale NanotechItaly 2010, che si terrà alle ore 9.45 di mercoledì 20 ottobre 2010, presso il Centro Congressi dell’Hotel NH Laguna Palace di Venezia-Mestre (Vle Ancona, 2),vedrà i saluti delle seguenti autorità:

Mariastella Gelmini, Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca
Carlo Carraro, Rettore Università Ca’ Foscari di Venezia
Luca Zaia, Governatore della Regione Veneto
Matteo Zoppas, Acqua Minerale S. Benedetto e Presidente dei Giovani Imprenditori di Venezia

Seguiranno gli interventi scientifici di:

prof. Morinobu Endo, Shinshu University, candidato premio Nobel per le sue ricerche sui nanotubi di carbonio.
prof. Roberto Cingolani, direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia.
Dott. Christos Tokamanis, capo unità “Nanotecnologie e tecnologie convergenti” della Direzione Generale Ricerca della Commissione Europea.

Per quanto riguarda il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini ed il Governatore della Regione Veneto Luca Zaia di attende la conferma della loro partecipazione.

La partecipazione alla sessione di apertura del Convegno è gratuita previa prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili

giovedì 14 ottobre 2010

Classifica scienza di Wikio

Da qualche giorno, precisamente da domenica 10 ottobre, è nata la pagina su Facebook intitolata " Classifica scienza di Wikio" che conta già 75 iscritti tra i quali diversi importanti autori della blogosfera scientifica nazionale.
In questa pagina è possibile esprimere le proprie opinioni sui blog scientifici che compongono la suddetta classifica del motore di ricerca Wikio
Si ricorda, come scritto in Wikipedia, che Wikio è un motore di ricerca di news costruito direttamente dai propri utenti. Lo stesso motore di ricerca monitora migliaia di fonti d'informazione, estraendo in tempo reale le notizie di agenzia che classifica tematicamente per poi archiviarle in un database di milioni di documenti. L'archiviazione degli articoli si basa sulla pertinenza delle notizie e della popolarità di queste espressa dai lettori che votano, commentano o che scrivono a loro volta degli articoli.
Inoltre a differenza dei motori di ricerca di news come Google News o Yahoo! Notizie, Wikio cerca le notizie sia nei media classici che nei blog.

Per andare nella pagina di Facebook cliccare di seguito:

http://www.facebook.com/profile.php?id=1314938069&v=info#!/pages/Classifica-scienza-di-Wikio/165918643420174

mercoledì 13 ottobre 2010

Nanotox Day: problemi di nanotossicologia



Fonte immagine: http://www.emigratisardi.com/IMG/Image/ponte_coperto_pavia1.JPG




In Italia è nata recentemente la Società Italiana di Nanotossicologia (SIN), che si propone come punto di riferimento scientifico per migliorare il livello delle conoscenze e favorire lo sviluppo sicuro e sostenibile delle nanotecnologie.
La SIN è stata ufficialmente presentata a Pavia il giorno 8 ottobre del 2010 , alle ore 10.00 presso la Fondazione Maugeri, durante un incontro tra l’Università di Pavia e il Comitato Nazionale per la Biosicurezza e le Biotecnologie.
La nanotossicologia, che già troviamo ampiamente rappresentata nei programmi di ricerca comunitari e nell’attività di molti organismi internazionali, rappresenta gli studi sull'impatto che i nanomateriali sono in grado di esercitare sulla salute umana e sull’ambiente.
Ci si riferisce, quindi, a patologie correlate non a virus, batteri o parassiti, ma a micro- e nanoparticelle prodotte in ambito ingegneristico, pertanto possiamo inquadrare la nanotossicologia principalmente come una disciplina della medicina del lavoro, e quindi della medicina legale e delle assicurazioni.

martedì 12 ottobre 2010

Omaggio al NanotechItaly 2010

A poco più di una settimana dall'inizio del NanotechItaly 2010, dove il blog Dieci alla meno nove ha partecipato, con grande entusiasmo, come media partner all'evento; chi scrive ha voluto omaggiare questo importante incontro sul nanotech con una pubblicazione di un articolo sulla rivista on line Education2.0 della RCS libri S.P.A. dal titolo " Nanotecnologie: la quarta rivoluzione industriale ".
Dell'articolo si riporta l'abstrct:

Una sintesi del progetto didattico “Nanotecnologia: disruptive technology” sulla storia dell’evoluzione tecnologica, scandita da ben quattro rivoluzioni industriali, che può rappresentare un riferimento interdisciplinare per elaborare lezioni di codocenza comprendenti le materie di storia, meccanica, sistemi energetici, elettronica e informatica.

Per leggere l'intero articolo si rimanda al link proposto di seguito:

http://www.educationduepuntozero.it/community/nanotecnologie-quarta-rivoluzione-industriale-3075534885.shtml

lunedì 11 ottobre 2010

Metrologia quantistica




Fonte immagine: http://www.metas.ch/root_legnet/Web/Fachbereiche/Elektrizitaet/Bilder/211/Triangle-met_i.jpg


La manipolazione di atomi e molecole nella fisica dello stato solido, attraverso le tecniche di “ingegneria quantistica”, determina l’acquisizione di opportune strategie di misura, riorganizzando la materia su scale nanometriche.
La scienza che studia il miglioramento della precisione fino ai limiti estremi va sotto il nome di metrologia quantistica, ed attraverso questa nuova disciplina è possibile riorganizzare su scale atomiche e molecolari lo studio dei cosiddetti sistemi complessi.
La metrologia quantistica, sfruttando le proprietà degli stati quantistici, diventerà uno strumento essenziale per ottenere misure migliori e per ridefinire le unità di misura in modo più preciso.
Alcuni esempi per comprendere meglio quanto detto possono essere le redifinizioni di quantità elettriche o delle candele, intese come l’unità di misura dell’intensità luminosa, a partire, in questo caso, dal conteggio dei singoli fotoni.

domenica 10 ottobre 2010

L'ascesa del Chimico impertinente



Fonte immagine: http://thumbshots.blogcatalog.com/4916635_large.jpg


Nella classifica scienza di Wikio, oltre il nuovo primato conquistato meritatamente da Gravità zero, si evidenzia un'altra importante ascesa verso le posizioni di testa, quella dell'ottimo blog " Il chimico impertinente" di Paolo Gifh, che raggiunge la ventiduesima posizione.
La redazione di Dieci alla meno nove, in tempi non sospetti, aveva già individuato in questo blog le grandi potenzialità di comunicazione scientifica, espresse tra le altre cose, qualche mese fa, da un interessante censimento sulla blogosfera scientifica italiana.
Si rinnovano i complimenti all'amico Paolo Gifh, con l'augurio che possa incrementare ancora le posizioni in classifica.
In conclusione si vuole indicare un altro blog, già citato da Dieci alla meno nove, Fisici Insubria, che con la qualità dei suoi contributi migliora di mese in mese la propria posizione nella medesima classifica.

sabato 9 ottobre 2010

SPLENDID progetto nanotech dell’Università di Padova




Fonte immagine: http://www.nerverland.com/wp-content/uploads/Viaggio-a-Padova-Luoghi-da-Visitare.jpg


L’acronimo SPLENDID sta per Surface PLasmonics for Enhanced Nano Detectors and Innovative Devices cioè Superfici plasmoniche per lo sviluppo di nanosensori e dispositivi innovativi.
SPLENDID è un progetto di eccellenza dell’Università di Padova e della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo che è stato presentato nel marzo del 2010.
L’obiettivo tecnico-scientifico del progetto, attraverso lo sfruttamento dei plasmoni, è la realizzazione di una tipologia di sensori integrati che abbiano una forte ricaduta industriale nell’ambito delle analisi bio-mediche e agro-alimentari.
Si ricorda che, in fisica della materia, il plasmone è un'eccitazione collettiva associata alle oscillazioni del plasma di elettroni contenuti in un sistema.

venerdì 8 ottobre 2010

Le nanotecnologie in 10 punti



Fonte immagine: http://deviceguru.com/files/svtc_nanotechnology_diagram.jpg


Le nanotecnologie operano in un ambito d'investigazione multidisciplinare, coinvolgendo diversi indirizzi disciplinari, tra cui: biologia molecolare, chimica, scienza dei materiali, fisica , ingegneria meccanica, ingegneria chimica ed elettronica.
Gli approcci principalmente perseguiti in questo settore sono due:
approccio bottom-up: i materiali e i dispositivi sono realizzati partendo da componenti molecolari che si auto-assemblano tramite legami chimici, sfruttando principi di riconoscimento molecolare (chimica supramolecolare);
approccio top-down: i dispositivi sono fabbricati da materiali macroscopici attraverso un attento controllo dei processi di miniaturizzazione a livello atomico.


Un tentativo di esprimere una sintesi, per definire le nanotecnologie attraverso dieci punti di facile comprensione, in altre parole per definire una sorta di decalogo nanotech adattabile alla didattica scientifica delle scuole medie, è proposto di seguito:


1. Il prefisso nano deriva dal greco "nanos", che significa gnomo.
2. La nanotecnologia studia e produce materiali e dispositivi in scala di atomi e molecole.
3. Le strutture atomiche possono essere misurate in nanometri, grandi un miliardesimo di metro.
4. Possono essere contenuti in un nanometro , in funzione delle loro dimensioni, da 3 a 6 atomi.
5. Il diametro di un capello umano è di circa 80 000 nanometri.
6. L'occhio nudo non può vedere gli oggetti su scala nanometrica.
7. Le proteine, componenti fondamentali degli organismi viventi, misurano di solito diversi nanometri.
8. I virus, i più piccoli organismi viventi, possono raggiungere dimensioni fino a 100 nanometri.
9. Un foglio di carta notebook standard ha uno spessore di circa 100. 000 nanometri, che è 0. 009906 cm.
10. La prima legge di Moore dice che le prestazioni dei processori, e il numero di transistor che li compongono, raddoppiano ogni 18 mesi.

giovedì 7 ottobre 2010

MAT-NANO dell’ENEA

MAT-NANO è una delle unità di ENEA, l'Ente Nazionale Italiano per le Nuove Tecnologie, l'Energia e lo sviluppo economico sostenibile, dedicata alle nanotecnologie applicate e alla fabbricazione dei dispositivi nanotech.
La missione principale di MAT-NANO è lo studio del nanotech, enfatizzando i dispositivi di risparmio energetico, attraverso l’utilizzo di materiali a basso costo e tecnologie di fabbricazione rispettosi dell'ambiente.
Diverse classi di sensori e dispositivi a film sottile (la maggior parte di essi appartengono al campo del BIOLOGICO ELECTRONICS) sono attualmente in fase di studio.

Nel sito di MAT-NANO si trovano nozioni ed informazioni di base, nei settori delle nanotecnologie come ad esempio il controllo, la manipolazione, la crescita dei sistemi a bassa dimensionalità, gli algoritmi di rilevazione e di informatica (fusione di sensori, reti di sensori wireless).
Sono altresì presenti simulazioni al computer e misurazioni, nel campo della propagazione delle onde EM, proponendo il sito come centro di servizio di prova per le PMI italiane.
Infatti, in stretta collaborazione con le PMI italiane, sono stati studiati, per applicazioni in reti di sensori statici e mobili, rivelatori a stato solido di scintigrafia.

mercoledì 6 ottobre 2010

Il manifesto della casa editrice Scienza Express

La redazione di Dieci alla meno nove vuole mettere a conoscenza dei propri lettori, Scienza Express, un nuovo progetto editoriale dedicato alle pubblicazioni scientifiche, che ha sede a Torino in via Monte Novegno, n. 22, ideato e progettato da Daniele Gouthier e Luciano Celi.
Di seguito è riportato fedelmente il manifesto di questa nuova casa editrice




"Leggere è un diritto nella società della conoscenza.

Le questioni scientifiche, mediche e tecnologiche sono al centro del dibattito democratico.

Nonostante questo, la distanza dei cittadini dalla lettura e dalle scienze è grande.

Scienza express si propone di contribuire a ridurla.

Quest’ambizione ci spinge a lavorare su più fronti, parlando a pubblici diversi.



Agli autori offriamo un progetto che li mette al centro dell’azione editoriale e più in generale culturale: ci adoperiamo per rendere disponibili le loro idee.

Siamo convinti che gli autori vogliano dialogare per trasmettere conoscenza ma anche per sgombrare il campo dalle false convinzioni che spesso abitano le nostre menti.

Vogliamo aiutarli a scrivere testi rigorosi e leggibili, in equilibrio tra la necessità di raccontare “la scienza così com’è” e l’aspirazione di individuare i propri lettori.


I cittadini-che-non-leggono-ancora sono la nostra vera sfida, sono le vittime di una crisi culturale della quale vediamo i segni in troppi luoghi.

Molte persone intorno a noi non hanno mai comprato libri, li vedono alti, inaccessibili, intellettuali, astrusi, a volta ostili: in una parola li vedono distanti. E poi i libri costano troppo.

Vogliamo portare i libri a un clic e a pochi euro dai cittadini-che-non-leggono-ancora, anche perché tra di loro molti si fidano della scienza e hanno grandi aspettative sul suo ruolo per lo sviluppo.


I lettori di scienza sono persone consapevoli di quanto vogliono leggere, che spesso s’imbattono in mille ostacoli per procurarselo.

I libri sugli scaffali delle librerie, reali o virtuali, sono troppi e spesso la scienza si perde. I tempi della vendita si misurano in mesi, la vita di un libro scientifico in anni, e questo gap spesso condanna ottimi libri all’oblio.

Vogliamo sfruttare le tecnologie della rete per rendere i libri di scienza disponibili nel tempo: crediamo che sia un controsenso rendere effimero per ragioni commerciali ciò che è duraturo grazie alle sue radici culturali.

Gli insegnanti, dalla materna all’università, sono la frontiera tra i cittadini e la lettura. A nostro modo di vedere, il sistema educativo deve tendere a far crescere la passione e l’abitudine alla lettura.

A fianco di questo ci sono le scienze e il pensiero razionale che devono essere costantemente trasmessi alle giovani generazioni.

Vogliamo che gli insegnanti abbiano gli strumenti per lavorare e, prima ancora, per “pensare informati”, con la facilità di accesso ai libri e alle risorse online che la loro professione si merita.


Dei librai apprezziamo la capacità di essere operatori culturali con il valore aggiunto della concretezza che viene da un’impresa economica e dall’essere radicati sul territorio.

Sappiamo però che nell’ancor perdurante dinamica delle “due culture”, si trovano più a loro agio con l’una, essendo quella scientifica “l’altra”.

Vogliamo dare loro strumenti agili, economici e moderni per essere informati e per accrescere la loro consapevolezza che i libri di scienza sono un’opportunità culturale per la società ed economica per la libreria.


Gli altri editori sono concorrenti di Scienza express, ma concorrenti non significa avversari, significa che noi assieme a loro concorriamo a rendere ricca e interessante l’offerta di libri scientifici.

Siamo consapevoli che l’editoria tradizionale ha tanti e tali vincoli da non poter gestire, in modo economicamente responsabile, cataloghi articolati e duraturi nel tempo.

Vogliamo condividere con loro progetti e opportunità, a partire da quelle tecnologiche che ci danno respiro e ampliano l’orizzonte dell’azione culturale di tutti.



Per dare corpo a tutto questo, puntiamo, sulla tecnologia, sulle reti on e off-line, sullo spirito di comunità che anima la scienza.

Vogliamo costruire nuove vie per far leggere di scienza.

In scienza e coscienza, siamo convinti che i libri debbano prima essere fatti bene, e dopo ben portati vicino ai possibili lettori.

I temi scientifici, medici e tecnologici sono il cuore del nostro essere nel Ventunesimo secolo.

Condividere libri è la nostra scommessa sul futuro
".

Particolarmente interessante è il blog "AAA scienza fuori catalogo cercasi" una bacheca, aperta da Scienza express, che raccoglie i desideri di libri di scienza introvabili perché fuori catalogo e non più in vendita.

Per saperne di più attivare i seguenti link:

http://www.scienzaexpress.it/aaa/

http://www.scienzaexpress.it/se/

Complimenti a Gravità zero

Il blog di divulgazione scientifica " Gravità zero " conquista la vetta della classifica scienza di Wikio per il mese di ottobre 2010.
Nella stessa classifica Top 20 scienza entrano nuovi blog quali: Effetto Cassandra, Estropico blog, Astroperinaldo ( di cui Dieci alla meno nove aveva proposto un articolo dedicato ) ed Etnografia.
Di seguito si ripropone la top 20 scienza già pubblicata in VEDERE PER CREDERE:

http://aldoficara.blogspot.com/2010/10/classifica-top-20-scienze-wikio-di.html

Il nanotech al concorso Libero Mobile Awards

Per meglio diffondere i contenuti teorici e programmatici sul nanotech, Dieci alla meno nove partecipa al concorso Libero Mobile Awards, posizionandosi, al momento, al 26mo posto su 47 partecipanti.
Si ringraziano gli amici di Facebook che hanno sostenuto il blog, e di seguito si riporta il badge ´Vote Me´ per votare Dieci alla meno nove.


martedì 5 ottobre 2010

Mobile internet revolution



Si prende spunto da questo video per comunicare la partecipazione di Dieci alla meno nove al concorso Libero Mobile Awards.

Per votare il blog andare alla seguente pagina:

http://www.liberomobileawards.it/classifica/web-e-tech/dieci-alla-meno-nove

lunedì 4 ottobre 2010

Le nanotecnologie al Caffè-Scienza di Firenze

Come da qualche settimana a questa parte, la redazione di Dieci alla meno nove ripropone alcuni eventi sulle nanotecnologie organizzati negli ultimi anni; in questo articolo si vuole evidenziare un incontro svolto a Firenze nel 2007.
Presso il Caffè-Scienza di Firenze, il 18 ottobre 2007 per chiacchierare, discutere, incontrarsi, capire le tematiche delle nanotecnologie è stato organizzato un incontro scientifico in collaborazione con l'Ambasciata di Francia e l'Istituto Francese di Firenze.
Hanno dato il loro auterovole contributo il Laboratorio TASC-INFM di Trieste, l'Università di Modena, l'Ècole Polytechnique, Palaiseau, Francia, e l'Università della California, Santa Barbara.
Si riporta una frase presa dal sito http://www.caffescienza.it/ relativa all'incontro scientifico descritto:
"Le nanotecnologie evocano scenari futuribili che variano tra il visionario/utopista/tecnofilo e l'apocalittico, a seconda che nutriamo una fiducia sconfinata nelle nuove tecnologie o, al contrario, pensiamo che una società sempre più tecnologica stia perdendo se stessa".

domenica 3 ottobre 2010

Dieci alla meno nove: migliore posizione di sempre in Blogbabel

Con gli inizi di ottobre Dieci alla meno nove raggiunge la posizione numero 1024 nella classifica generale di Blogbabel, migliorando di oltre 200 posti la precedente classifica.
Questo risultato conferma l'incremento dello score nelle classifiche sulla scienza del motore di ricerca Wikio.
Un sentito ringraziamento a tutti i lettori del blog da parte della redazione.

Nanotech in Valle d'Aosta




Dalle ore 9 di giovedì 7 ottobre 2010, presso la Pépinière d’Entreprises di Aosta, si parlerà di nanotech, analizzando materiali e dispositivi basati su micro e nano tecnologie, che sono sempre più importanti sia nelle aree produttive tradizionali che nel settore high-tech.
L'evento, promosso dalla Chambre nel quadro delle attività di animazione territoriale di carattere economico, è finanziato dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta nell'ambito del Programma Operativo FESR Competitività Regionale 2007/2013. Questa iniziativa coinvolgerà sia esponenti del mondo accademico europeo che rappresentanti della realtà industriale valdostana, permettendo una attenta riflessione sulle potenzialità applicative delle nanotecnologie.

Interessanti, tra gli altri interventi, le seguenti relazioni:

Dalla Minatec Grenoble si relazionerà su «Dispositivi MEMS & NEMS: dall’idea al prototipo».

Dalla società Asyril si relazionerà su «Alimentazione e manipolazione di microcomponenti».

Dalla Olivetti I-Jet si relazionerà su "Mems-Micro Electro Mechanical Systems alla base delle microtecnologie".







sabato 2 ottobre 2010

Il riscaldamento si fa nanotech

Questa innovazione nanotech per riscaldare gli ambienti utilizzati a civile abitazione è una tecnologia di riscaldamento elettrica da pavimento, che utilizza dei
nanotessuti, con l'obiettivo finale di avere un basso consumo di energia, oltre ad essere estremamente "intelligente", poichè in grado di autoregolarsi, in relazione alle aree in cui il materiale nanotech è utilizzato.
Nei video seguenti si possono osservare le caratteristiche del materiale e la sua messa in opera.





Fonte video: You tube ( grillimilano )




Fonte video: You tube ( ZerogasWeb )

venerdì 1 ottobre 2010

Comunicato stampa: NanotechItaly2010 - Promoting Responsible Innovation

Si trasmette un comunicato stampa della Dott.sa Federica Lodato di Veneto Nanotech pervenuta alla redazione di Dieci alla meno nove, media partner di NanotechItaly 2010



NanotechItaly 2010: Promoting Responsible Innovation
Convegno internazionale per comprendere applicazioni e prospettive di sviluppo delle nanotecnologie a Venezia dal 20 al 22 ottobre 2010


Si svolgerà al Centro Convegni dell’Hotel NH Laguna Palace di Venezia-Mestre dal 20 al 22 ottobre 2010 il convegno internazionale sulle nanotecnologie “NanotechItaly2010: promoting responsible innovation”.

NanotechItaly 2010 si conferma l’appuntamento annuale dedicato alle nanotecnologie al quale partecipano rappresentanti delle più importanti realtà italiane private e pubbliche impegnate nel settore ed esperti di fama riconosciuta provenienti da diversi Paesi.

Forte del successo delle passate edizioni (Nanotec2008.it e Nanotec2009.it), quella del 2010 manterrà il focus sulle applicazioni ampliando gli obiettivi ed i contenuti. Il convegno si prefigge infatti l’obiettivo di:

fornire un quadro completo circa attività, prospettive ed esigenze delle nanotecnologie in Italia;
presentare gli sviluppi più recenti e le tendenze, a livello mondiale, per ciò che riguarda ricerca, applicazioni e governance;
promuovere il confronto tra i rappresentanti dell'industria, della ricerca, della comunità finanziaria e degli enti governativi per lo sviluppo delle nanotecnologie e facilitare la cooperazione tra le parti.
La sessione plenaria di apertura di mercoledì 20 ottobre alle ore 9.00 vedrà, dopo i saluti delle autorità (sono attesi il Ministro Mariastella Gelmini, il rettore di Ca’ Foscari prof. Carlo Carraro e il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia) gli interventi scientifici del prof. Morinobu Endo, della giapponese Shinshu University, candidato premio nobel per le sue ricerche sui nanotubi di carbonio, cui seguirà l’intervento del Prof. Roberto Cingolani, direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Chiuderà la sessione di apertura Christos Tokamanis, capo unità “Nanotecnologie e tecnologie convergenti” della DG Ricerca della Commissione Europea.

Per partecipazione alla sessione inaugurale della mattina di mercoledì 20 ottobre, è necessario iscriversi online all’indirizzo: http://www.nanotechitaly.it/Eng/Registration/Registration-5.html.

Durante le 6 sessioni scientifiche che seguiranno sono previsti circa di 70 interventi orali, con la partecipazione di organizzazioni industriali di grande rilievo e un centinaio di presentazioni poster. Le sessioni scientifiche si focalizzeranno su:

Governance delle nanotecnologie
Nanotecnologie e chimica (8° workshop di Federchimica)
Nanomateriali
Nanotecnologie per lo sviluppo sostenibile
Nanotecnologie per la medicina
Nanotecnologie per tessuti e abbigliamento
Per partecipare a NanotechItaly2010 è necessario iscriversi online all’indirizzo http://www.nanotechitaly.it/Eng/Registration/Registration-2.html
Tutti gli iscritti avranno modo di partecipare anche ad un Networking Event coordinato da APRE, per favorire opportunità di trasferimento tecnologico, collaborazione e sviluppo tra i partecipanti. Per informazioni http://www.nanotechitaly.it/Eng/Networking-Event/Networking-Event.html.
Il programma dettagliato dell’evento è scaricabile al link:
http://www.nanotechitaly.it/NanotechItaly2010PreliminaryProgram_Sep2010.pdf

POR FESR 2007/2013 comprende anche il nanotech

Approvato il bando per la costituzione di Poli di innovazione, a valere sull’asse I del POR FESR 2007/2013 (Determinazione dirigenziale n. 2458 del 23 marzo – Supplemento n. 3 al B.U.R. n. 17 del 14/04/2010).

I Poli possono essere costituiti da un numero di imprese non inferiore a 8 e devono fare riferimento ad una delle seguenti piattaforme tecnologico applicative:

efficienza energetica e fonti rinnovabili;
scienze della vita;
meccanica avanzata e meccatronica, con particolare riferimento, non esclusivo, alle tecnologie ed ai sistemi per la mobilità e l’aerospazio;
materiali speciali e micro e nano tecnologie.


Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

investimenti per la creazione, l’ampliamento e l’animazione del Polo;
spese destinate al funzionamento per l’animazione del Polo.