DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

martedì 29 marzo 2011

PROGETTO COMUNITARIO “EURONANOMED”




Fonte immagine: http://www.decennalebicocca.it/public/immagini/eventi/nanomedicine_big.jpg





L’importanza di questo progetto comunitario, denominato “EuroNanoMed”, sta nel fatto che lo stesso supporta la cooperazione transazionale e la ricerca tra il mondo industriale, accademico e clinico, mettendo in rete tutte le varie esperienze e le eccellenze di Paesi europei come Francia, Germania o Spagna, consentendo anche ai Paesi meno avanzati di poter comunque beneficiare dei risultati e di poter crescere nel settore della nanomedicina e dell’innovazione tecnologica.
L'iniziativa supportata dal Settimo Programma Quadro, ha tra i suoi fini quello di promuovere la collaborazione multidiscipinare e incoraggiare le proposte di ricerca che combinino approcci di base e clinici e/o industriali nel campo della nanomedicina; sostenere la collaborazione transnazionale tra accademia (gruppi di ricerca universitari, istituti di educazione superiori, istituti di ricerca pubblici) e gruppi coinvolti sia nella ricerca sanitaria clinica/pubblica sia gruppi appartenenti a imprese industriali private.
Si ricorda che per nanomedicina si intende l'applicazione medica delle possibilità derivanti dalle nanotecnologie, come ad esempio quella di utilizzare ‘ nanotubi’ di carbonio che possono essere indirizzati dall’esterno e rilasciare medicinali in maniera specifica su certe cellule, o di utilizzare ‘nanotubi’ in boro per la radioterapia mirata su cellule cancerose.
La nanomedicina si occupa quindi di tutte quelle conoscenze e quelle tecnologie che abbiano un utilizzo medico nell'ordine di grandezza dei nanometri (1-100nm), ben sapendo che a tali dimensioni la nanotecnologia altera la tradizionale distinzione tra biologia, chimica e fisica.



Wikio

Nessun commento:

Posta un commento