DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

martedì 19 aprile 2011

Lauree nanotech

Con questo post si comincia un viaggio sui corsi universitari in Italia riferibili alla nanotecnologie, si comincia con l'UNIVERSITA’ DI ROMA “LA SAPIENZA”.




UNIVERSITA’ DI ROMA “LA SAPIENZA”



Facoltà di INGEGNERIA


Corso di Laurea Magistrale in


INGEGNERIA DELLE NANOTECNOLOGIE INDUSTRIALI

Classe LM-53 (Scienza e ingegneria dei materiali)


A.A. 2008-2009



1. Obiettivi Formativi

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Nanotecnologie Industriali ha durata biennale ed è strutturato in almeno 120 Crediti Formativi Universitari (CFU).

L’obbiettivo del Corso di Laurea Magistrale è il completamento della formazione di Laureati in Ingegneria Chimica, Elettrica, Elettronica, Meccanica per la formazione di professionisti con preparazione universitaria all’avanguardia nel settore delle micro/nanotecnologie e competenze specifiche di tipo ingegneristico finalizzate alla progettazione, allo sviluppo e all'ottimizzazione di dispositivi, materiali, processi e sistemi nanostrutturati e/o ottenuti mediante l'uso di nanotecnologie per applicazioni nei diversi ambiti dell’Ingegneria industriale ed elettronica.

Il progetto formativo prevede che al termine del corso l’Allievo abbia maturato una conoscenza approfondita e una preparazione solida con riferimento a:

gli aspetti teorico-scientifici della matematica, della fisica e della chimica degli stati condensati, ai fini dell’interpretazione e descrizione di problemi di scienza dei materiali che tipicamente richiedono un approccio interdisciplinare;
il metodo scientifico di indagine e delle strumentazioni di laboratorio;
gli aspetti teorico-scientifici dell'Ingegneria Industriale, dei Materiali ed Elettronica, finalizzati alla progettazione delle proprietà di materiali e dispositivi nanostrutturati partendo dalle strutture atomiche e molecolari che li compongono;
problematiche di confine e di supporto, ai fini della ideazione, pianificazione, progettazione e gestione di sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi;

Dal punto di vista del percorso didattico, il corso di Laurea biennale è articolato in tre fasi:

approfondimento degli aspetti teorici delle discipline caratterizzanti il corso di laurea, con particolare attenzione alla fisica dello stato solido, alle tecniche di microscopia, ai processi di nanofabbricazione e di autoassemblaggio di nanostrutture, alle tecniche di funzionalizzazione delle superfici;
formazione di capacità tecniche e scientifiche specifiche innovative, con particolare attenzione allo sviluppo di applicazioni delle nanotecnologie di interesse dell’industria manifatturiera ed elettronica;
preparazione della tesi di Laurea.
Il progetto formativo prevede tre orientamenti con i seguenti indirizzi culturali:

Tecnologie e Progettazione
Biotecnologie
Elettronica

Per ulteriori approfondimenti si propone il seguente link:

http://w3.uniroma1.it/CNIS/CNISold/regolamento.htm



Wikio

1 commento:

  1. Ricerca di Collaborazione ed informazioni ,sul programma di iniziative promosse da EGOCREANET/LRE e collaboratori nel 2011.

    1) Tuscany Nanofactory prospettive e sviluppo
    2) Convegno INDOOR ” Open Innovation e Societa dell’ Empatia” Fine Sett 2011 c/o sala Pistelli , Provincia di FI.
    3) Strategie di condivisione in progress del Portale ToscanaEconomia : http://www.Toscanaeconomia.it/
    ————————————————

    1) Tuscany NanoFactory (TNF) ,e una idea-progetto, che si propone di agire con una strategia dal basso (bottom-up) a supporto delle politiche di intervento della Regione Toscana finalizzate alla organizzazione e gestione del Polo sulle Nanotecnologie.

    L’ idea-progetto TNF ha il fulcro nella disseminazione e divulgazione delle nano-scienze per agire quale catalizzatore dei processi di innovazione di sistema e di rigenerazione della crescita economica territoriale collaborando alla costruzione di reti di ricerca ed impresa per favorire l’ adeguamento del sistema produttivo ai cambiamenti tecnologici e scientifici nell’ ampio settore delle applicazioni nano- e bio-tech.

    L’ impegno a favorire uno sviluppo strategico coerente e condiviso dell’ idea – programma TNF, verra attuato mediante
    la partecipazione a piattaforme tematiche di divulgazione e condivisione di conoscenze e sulla base di una serie di iniziative di coesione tra ricerca ed impresa , orientate ad aggregare le imprese manifatturiere in Toscana , fornendo loro una ampia diffusione di prospettive di sviluppo e di riposizionamento nell’ ampio settore nanotecnologico nell’ innovazione della produzione e del mercato.

    2) Nel contesto della suddetta strategia di supporto alle politiche regionali della innovazione il 30/Settenbre 2011 organizzeremo in collaborazione con il Programma Europeo INDOOR il Convegno sul tema : “Open Innovation e Societa della Empatia” previsto tenersi presso la sala “Pistelli” della Provincia di Firenze in via Cavour 1.

    –> Gli obiettivi strategici del suddetto convegno saranno quelli di correlare le modalita di sviluppo dell’ “Open Innovation con la cultura della Empatia”, per favorire la innovazione scientifica e tecnologica, la cui complessità cognitiva esige il ricorso ad un rinnovato impegno per una maggior coesione sociale tra ricerca ed impresa per condividere una economia basata sulla conoscenza. vedi : http://www.caosmanagement.it/art63_04.html

    In questa prospettiva verranno proposte dai relatori interventi finalizzati ad illustrare vari campi di interesse che esploreranno le strategie di Open Innovation e di sviluppo empatico e collaborativo tra ricerca ed imprese facendo riferimento alle possibilità delle nano e bio-tecnologie di contribuire con il loro impatto economico allo lo sviluppo delle strategie di Green e Blu Economy nei settori dell’ ambiente del disinquinamento e del risparmio energetico ed inoltre all’identificazione precoce delle malattie curabili con terapie non-invasive di nano-bio medicina.

    3) Infine verranno brevemente illustrate le strategie di condivisione in progress del Portale : http://www.Toscanaeconomia.it/ ed inoltre, in vista della prossima uscita dei bandi per il 2012 nell’ambito della priorità Nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione del VII Programma Quadro a chiusura del convegno si terra una tavola rotonda sui bandi Europei 2012-13 indirizzata alla partecipazione delle imprese.
    I temi principali della tavola rotonda saranno i seguenti:
    Nanotecnologie dei materiali Materiali – nuove forme di produzione-integrazione con le biotech. per le “Factory of future”– http://www.ul.ie/elements/Issue5/Donald%20Fitzmaurice.htm
    I partecipanti e le imprese avranno l’opportunità di discutere le opportunità di partnership, scambiare idee sul alcune proposte progettuali. Paolo Manzelli LRE@UNIFI.IT

    RispondiElimina