DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

venerdì 22 aprile 2011

Nanotubi di carbonio per depurare l'acqua




Fonte immagine: http://www.greenreport.it/_new/immagini/big/2010_06_21_13_42_34.jpg



Uno dei sistemi più innovativi per depurare l'acqua è rappresentato da una rete di nanotubi in carbonio, infatti attraverso il loro uso, alcuni team di ricerca hanno trovato il modo di mettere milioni di molecole di carbonio sulla superficie interna di un tubo al quarzo avente un centimetro di diametro.
In altre parole, all’interno del succitato tubo al quarzo, trova spazio un secondo tubo composto da una serie di nanotubi di carbonio orientati in senso radiale.
Le molecole di acqua riescono a passare nei microscopici interstizi delle pareti, mentre i batteri come E.coli e i virus restano bloccati dalla presenza dei nanotubi. Poichè la struttura in nanotubi è totalmente estraibile, è possibile effettuarne la pulizia utilizzando sistemi agli ultrasuoni, facendo in modo che la stessa possa essere utilizzata più volte. Questa tecnologia trova applicazione nelle attività di desalinizzazione, dove a rimanere intrappolate sono le grandi molecole dei sali disciolti.
Una dimostrazione pratica di questi filtri nanocomposti utilizzati per azioni di disinquinamento e di desalinizzazione, è dimostrata dall'impianto di desalinizzazione di Ashkelon in Israele, funzionante dal 2005, che rappresenta il più grande impianto al mondo in grado di produrre 110 milioni di metri cubi di acqua in un anno.




Wikio

Nessun commento:

Posta un commento