DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

giovedì 25 novembre 2010

Il Page Rank influenza la qualità degli articoli scientifici



Fonte immagine: http://senzaweb.it/wp-content/uploads/google-pagerank.png


Non è necessario avere tanti link per ottenere un buon page rank, molto spesso sono sufficienti 4-5 siti che trattano i medesimi argomenti del sito a cui puntano i link, per ottenere un page rank di 4/10 e anche di 5/10, viceversa per ottenere un simile risultato, ma con siti non attinenti, sono necessari almeno 4/5000 link da altrettanti siti.
Quindi è sufficiente mettere in moto una iniziativa scientifica periodica che coinvolga un congruo numero di blog o siti web, che il vantaggio in termini di page rank risulta evidente.
Se tali iniziative non hanno un filtro di referaggio, la qualità degli interventi diviene arbitraria a cospetto di un incremento certo di visibilità per i contenuti espressi, che diviene determinante e fortemente coinvolgente nell' ipotetico utilizzo dei post da parte di un giovane lettore.
Per questo motivo è fondamentale per gli aggregatori di blog utilizzare algoritmi che tengano conto del problema esposto, onde evitare confusione nella diffusione e condivisione qualitativa dei contenuti proposti.
Si ricorda che un sito Internet con page rank di Google 4/10 è da considerarsi buono e, significa che alcune parole chiavi del sito sono indicizzate nelle prime dieci pagine dei motori, mentre un sito con page rank 5/10 aumenta notevolmente la posizione, inserendo alcune parole chiavi del sito nelle prime tre pagine dei motori, ed infine, un rank 6/10 e oltre, significa quasi sempre essere nella prima pagina dei motori di ricerca.


Wikio

Nessun commento:

Posta un commento