DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

venerdì 20 agosto 2010

TPI nanotech: operazione NO SKIDDING



Fonte immagine: http://www.tpinanotech.it/images/logo_trasp.gif


Nell’ambito dei trattamenti antiscivolo per superfici calpestabili, con il trattamento antiscivolo “NO SKIDDING”, pavimentazioni esterne o interne che sono scivolose a contatto con l’acqua, diventano assolutamente calpestabili con la massima sicurezza.
Questo Trattamento invisibile ad occhio nudo e duraturo nel tempo, rende le superfici antiscivolo, così come richiesto dal DM 236/89, consentendo di risolvere il problema della pericolosità sulle superfici bagnate aumentandone il coefficiente di attrito su tutti i tipi di pavimento inclusi legno, pietra, cemento e superfici viniliche.
Infatti, attraverso un trattamento antiscivolo “NO SKIDDING” si riesce a dissolvere una certa quantità di silice dalla superficie della pavimentazione in modo da creare milioni di minuscole dentellature.
In questo modo si crea un profilo ruvido, talmente sottile, che non può essere avvertito nemmeno al tatto, ma che può essere visto soltanto con opportuni microscopi.
Quando la superficie trattata è bagnata, questa dentellatura si riempie, e se la scarpa tende a scivolare, l'acqua viene spinta fuori, trasformando la dentellatura stessa in milioni di micro-ventose che bloccano l’eventuale scivolata.
Questo trattamento nanotech è particolarmente apprezzato nelle industrie metalmeccaniche dove le pavimentazioni sono rese scivolose da olii e sostanze varie.

Nessun commento:

Posta un commento