DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

venerdì 9 aprile 2010

Parabrezza nanotech fa bene alla guida

Alcune aziende automobilistiche sono già in grado di costruire uno specialissimo vetro nanotech che grazie a quattro sofisticati trattamenti superficiali modificano le caratteristiche del vetro a livello molecolare. Il primo strato (a contatto con l'aria esterna) a base di biossido di titanio, riesce a filtrare il sole, esercitando sul parabrezza un forte effetto idrorepellente. Nel secondo strato di vetro polveri microscopiche spingono lo sporco ai lati dello stesso, mentre nel terzo strato alcuni sensori puliscono il parabrezza se si supera un livello limite di quantità di acqua o di sporco da smaltire.
Infine il quarto strato è un conduttore di corrente, necessario come alimentazione elettrica per questo parabrezza innovativo, che non ha più bisogno di tergicristalli.
Nel video si nota la differenza tra la parte di vetro del parabrezza trattata con film sottili nanotech e quella normale (nel test metà vetro è trattato, metà no), la maggiore visibilità determina le condizioni per una migliore sicurezza stradale.



Fonte video: http://www.youtube.com/watch?v=Wi26k_SLeMA

Nessun commento:

Posta un commento