DIECI ALLA MENO NOVE CONSIGLIA LA LETTURA DELLA RIVISTA:

venerdì 24 dicembre 2010

Nanotecnologie a base di biossido di titanio

Il Titanium dioxide si trova in natura in tre forme cristalline diverse: anastasio (I), rutilo (II), brookite (III).
Il metodo tuttora più importante per la fabbricazione del biossido di titanio è quello basato sull’attacco dell’ilmenite, con acido solforico. Il processo comprende le seguenti fasi:

1) macinazione dell’ilmenite;
2) digestione del minerale in acido solforico;
3) chiarificazione della soluzione grezza dei solfati di ferro e di titanio;
4) condizionamento della soluzione prima dell’idrolisi;
5) idrolisi del solfato di titanio;
6) separazione del precipitato dal liquido e lavaggio;
7) calcinazione del precipitato;
8) macinazione del biossido di titanio.






Fonte video: You tube ( jokeroinvention )



Wikio

Nessun commento:

Posta un commento